febbraio 21, 2017 Dipendenti

Prestiti agevolati Inpdap

Sono sempre di più i pensionati o i dipendenti che hanno l’esigenza di dover richiedere un prestito personale per fronteggiare alcune spese improvvise che non possono essere affrontate con il semplice percepimento dello stipendio mensile. Ristrutturare un edificio, le nozze di un figlio, l’acquisto auto perchè quella vecchia si è guastata, sono esigenze contingenti che possono verificarsi in ogni momento e che necessitano di pronta liquidità.

Ecco perchè sono tanti gli istituti finanziari che vengono in soccorso di dipendenti e pensionati con particolari forme di finanziamento che prevedono il rimborso della somma richiesta attraverso un piano di ammortamento estendibile per un massimo di 10 anni. Le rate devono essere pagate mensilmente e sono decurtate direttamente dall’assegno pensionistico o dallo stipendio del richiedente.

Quindi per rimborsare le rate non sarà necessario compilare bollettini postali o effettuare rid bancari, ma sarà proprio l’ente previdenziale che eroga la pensione ad effettuare il prelievo mensile. La normativa che regola questo tipo di finanziamento prevede, a garanzia del finanziamento, che il beneficiario sottoscriva una polizza assicurativa contro il rischio vita. Quando utilizziamo l’espressione ‘prestiti agevolati’ non possiamo non citare i finanziamenti Inps ex Inpdap. Linee di credito a condizioni vantaggiose erogati dalla Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps a beneficio dei dipendenti e dei pensionati pubblici.

Per quanto concerne i prestiti Inps ex Inpdap i pensionati pubblici possono ottenere somme notevoli, fino a 50 mila euro, da restituire con tassi vantaggiosi e in comode rate estendibili a 10 anni (120 mensilità).
Questo tipo di prestiti erogati dall’Inps sono accessibili solo ai dipendenti pubblici e solo in presenza di requisiti tassativamente indicati nella legge che regola questa materia. Di conseguenza solo alcune categorie di dipendenti possono accedere a questo tipo di finanziamenti privilegiati a tassi agevolati.

Chiaramente sono esclusi i dipendenti di aziende privati che possono accedere ad altre forme di finanziamento erogate da Banche e Istituti di Credito. Un discorso a parte va riservato ai finanziamenti erogati da BNL, la Banca Nazionale del lavoro che eroga prestiti non soltanto ai dipendenti pubblici ma anche a quelli di aziende private.

Prestiti che possono arrivare anche a somme ingenti (fino a 90 mila euro) per finanziare determinate spese per ovviare ad alcune esigenze contingenti della vita quotidiana. Per quanto riguarda i costi e le condizioni di questi finanziamenti basta accedere al sito di questo istituto di credito e richiedere un preventivo oppure recarsi in una filiale per una consulenza.

Per quanto riguarda le condizioni e i tassi applicati al 4 Febbraio 2017 basta guardare un esempio pubblicato anche sul sito della Bnl che ci da esattamente quelle che sono le condizioni generalmente applicate. Per ottenere 16.798,3 euro si dovranno rimborsare 120 rate da 200 euro. Il Tan è pari al 7,41% mentre il Taeg complessivo è del 7,84%. Sul web è possibile trovare tantissimi esempi di Prestiti agevolati Inpdap attraverso la cessione del quinto dello stipendio. Si può anche ricorrere ai comparatori per valutare quelle che sono le migliori condizioni presenti sul mercato.

Share: