Prestiti Inpdap simulazione

Quando si ha bisogno di richiedere un prestito Inpdap, la prima cosa da fare è andare a vedere che tipo di prestito sarà possibile ottenere a seconda della propria situazione personale. Una volta accertato di avere tutti i requisiti necessari per accedere al prestito agevolato Inpdap, è molto utile fare una simulazione di prestito per sapere esattamente quanto sarà possibile richiedere. Per ottenere una simulazione di prestito Inpdap sono disponibili in rete numerosi programmi di simulazione, che aiutano il dipendente o il pensionato a capire quale sarà l’importo richiedibile e la spesa mensile da sostenere.

Simulazione prestiti Inpdap : strumenti disponibili e come fare

Per fare una simulazione di prestito Inpdap sono disponibili numerosi strumenti, sia su piattaforme digitali private sia direttamente sul sito dell’Inps. In questo caso per accedere al servizio è necessario essere in possesso del proprio codice PIN, ed accedere alla sezione gestione dipendenti pubblici sul portale dell’Inps. In questo modo è possibile ottenere una simulazione completamente personalizzata del prestito Inpdap.

Tipologie di simulazione per prestiti Inpdap

Nel portale dell’Inps è possibile effettuare una simulazione di prestito Inpdap in tre modalità differenti, simulazione prestito, rata ideale o importo. Nella simulazione prestito è necessario inserire nel programma la propria data di nascita e lo stipendio netto percepito, ricevendo le tipologie di prestito e le durate disponibili per il proprio profilo. Inserendo invece oltre allo stipendio netto ed alla data di nascita la rata mensile che si vorrebbe pagare, è possibile vedere le tipologie di prestito, le durate e l’importo massimo ottenibile. Infine inserendo lo stipendio netto, la data di nascita e l’importo di cui si ha bisogno, è possibile vedere le offerte di prestito disponibili per quel determinato prestito specifico.

Esempi di simulazione prestiti Inpdap

Senza entrare nel portale dell’Inps con il proprio codice PIN, è comunque possibile effettuare una simulazione approssimativa delle possibilità di prestito disponibili per il proprio profilo. Ad esempio, inserendo uno stipendio netto mensile di 900€ per un dipendente pubblico di 36 anni, è possibile trovare 6 diverse opportunità di prestito Inpdap richiedibili. Tra queste ci sono ben 4 piccoli prestiti con un TAN del 4,25%, da 1.000€ rimborsabili in 12 mesi fino a 5.000€ rimborsabili in 48 mesi, aumentabili fino a 7.200€ rimborsabili in 48 mesi grazie alla doppia mensilità. Oppure ci sono due prestiti pluriennali con un TAN del 3,5%, uno da 9.900€ rimborsabili in 60 mesi, e l’altro da 18.200 rimborsabili in 120 mesi. Usando anche gli altri due simulatori inoltre, vedremo come il soggetto in questione potrà richiedere un prestito massimo di 18.200€, oppure un prestito con una rata mensile massima di 179,85€.

Conclusioni

I programmi di simulazione di prestiti Inpdap, di cui uno molto pratico è quello presente sul portale dell’Inps, permettono di effettuare ricerche molto interessanti sulle possibilità di prestito legate al proprio reddito. In particolare è possibile inserire pochissimi dati e coprire le varie tipologie di prestito richiedibili, l’importo massimo e la rata mensile massima ottenibile. Per avere una simulazione di prestito Inpdap personalizzata è inoltre possibile entrare nell’area Gestione Dipendenti Pubblici, tramite codice PIN personale.